Venuto al mondo

by: Margaret Mazzantini

4,5 / 5

(3) Read the reviews
Venuto al mondo
Author: Margaret Mazzantini

Publisher: Mondadori

Series: Scrittori italiani e stranieri

Deastore.com price (info) $ 24.14

Shipping Costs: 0€ FREE Shipping by Standard Mail Details

Format: Hardback

Publication date: 2008

Item  not available
At the moment this item is not available. You can add it to the wish list to control its status in the future
ISBN: 8804573708 ISBN 13: 9788804573708

Venuto al mondo by Margaret Mazzantini

Una mattina Gemma sale su un aereo, trascinandosi dietro un figlio di oggi, Pietro, un ragazzo di sedici anni. Destinazione Sarajevo, città-confine tra Occidente e Oriente, ferita da un passato ancora vicino. Ad attenderla all'aeroporto, Gojko, poeta bosniaco, amico, fratello, amore mancato, che ai tempi festosi delle Olimpiadi invernali del 1984 traghettò Gemma verso l'amore della sua vita, Diego, il fotografo di pozzanghere. Il romanzo racconta la storia di questo amore, una storia di ragazzi farneticanti che si rincontrano oggi invecchiati in un dopoguerra recente. Una storia d'amore appassionata, imperfetta come gli amori veri. Ma anche la storia di una maternità cercata, negata, risarcita. Il cammino misterioso di una nascita che fa piazza pulita della scienza, della biologia, e si addentra nella placenta preistorica di una guerra che mentre uccide procrea. L'avventura di Gemma e Diego è anche la storia di tutti noi, perché questo è un romanzo contemporaneo. Di pace e di guerra. La pace è l'aridità fumosa di un Occidente flaccido di egoismi, perso nella salamoia del benessere. La guerra è quella di una donna che ingaggia contro la natura una battaglia estrema e oltraggiosa. L'assedio di Sarajevo diventa l'assedio di ogni personaggio di questa vicenda di non eroi scaraventati dalla storia in un destino che sembra in attesa di loro come un tiratore scelto. Un romanzo-mondo, di forte impegno etico, spiazzante come un thriller, emblematico come una parabola. Top page

General info

Publisher & Imprint: Mondadori

Pages: 531

Top page Departments: Modern & contemporary fiction (post c 1945);

Record updated at: 29 July, 2014 time: 00:44

Your comments

3 comments available Venuto al mondo

Average customer review:  

4,5 / 5

4 / 5


Read the reviews Rss
  1. made_by ( 12 September 2009 )

    5 / 5

    La Mazzantini vincitrice della 47/ma edizione del premio Campiello, avendo avuto 129 voti dei quasi trecento della giuria popolare ha stracciato gli avversari, distanziato la seconda classificata Elena Loewenthal che ha totalizzato 60 voti. Al terzo posto Andrea Vitali ('Almeno il cappello', Garzanti) con 57 voti, al quarto posto Francesco Recami ('Il superstizioso', Sellerio) con 24 voti. Infine, al quinto posto e' arrivato Pierluigi Panza ('Il leone e la sfinge', Bompiani) con 15 voti. E "Venuto al mondo" è una storia commuovente, drammatica ma anche piena di amore. Sullo sfondo, la Sarajevo felice dei giorni delle Olimpiadi ma anche quella dell'inferno della guerra. Gemma, la protagonista, insegue con testardaggine e disperazione la maternità che non arriva, fino a ricorrere all'utero in affitto. E' un bel libro che ti coinvolge pagina dopo pagina. Consiglio di leggerlo!
  2. made_by ( 25 March 2009 )

    4 / 5

    Venuto al mondo di Margaret Mazzantini ed. Mondatori pag. 529 Quarta di copertina: La speranza appartiene ai figli. Noi adulti abbiamo già sperato, e quasi sempre abbiamo perso. Il romanzo inizia…”Il viaggio della speranza parole residue, tra le tante in fondo alla giornata. Speranza, penso a questa parola nel buio prende forma. Ha la forma di una donna un po’ sgomenta, di quelle che trascinano la loro sconfitta eppure continuano ad arrabattarsi con dignità”. Siamo ai nostri giorni e le ambientazioni della storia sono Roma, Genova e, in Bosnia, Sarajevo; la protagonista Gemma, vive a Roma, è sposata con Giuliano; con il figlio Pietro intraprende un viaggio nella Sarajevo, post bellica, in una sorta di percorso a ritroso del suo passato. In Bosnia ha vissuto i periodi più intensi del suo amore per Diego“Il fotografo di pozzanghere”, della sua amicizia con il poeta Gojko e della sua ricerca disperata per diventare madre. Altri personaggi dalle molte sfaccettature psicologiche riempiono la scena narrativa: i genitori di Gemma e poi Velida, Sebina, Aska…tutti ricchi di umanità e sofferenze diverse, attraversati da un destino non sempre benevolo nei loro confronti. I temi esistenziali sono minuziosamente sviscerati dall’autrice e vivisezionati quotidianamente, l’amore, la guerra e la morte al centro della vicenda, complessa nello sviluppo degli eventi. Una sorta di tragicità classica aleggia su tutto il romanzo e l’epicità della guerra si dissolve in violenze e distruzioni. Gli uomini assassini, le donne tranciate dalla guerra. “ Si sfidava la morte per seppellire la morte”. La descrizione della guerra del 1984 nell’ex Iugoslavia, si connota di: polvere di rumori lontani, della gola roca dei kalashnikov, dei cecchini, dei bombardamenti cetnici, delle truppe regolari della Difesa territoriale bosniaca, delle truppe di malviventi sarajeviti serbi e dei blindati bianchi della Nato. Ma si connota anche di ombre umane che sfilavano via silenziose come alghe nel mare, di gente lieve come farfalle notturne. Le epigrammatiche riflessioni, le poetiche e dettagliate descrizioni paesaggistiche: “Azzurro e sconfinato come ogni mare, cielo sommerso, acqua che allaga la vista”, “ Le isole in basso sembrano una collana di pietre che si sono disgiunte, ma senza mai separarsi dal collo della terra”. Le crude immagini belliche, i sentimenti raccontati e vissuti senza pudori e con dolente accoramento, il fantasioso e immaginifico stile sono le valenze aggiunte dell’essere scrittrice della Mazzantini. Probabilmente, questo libro, è venuto al mondo con le stesse spasmodiche contrazioni viscerali con le quali Pietro è: “ Venuto al mondo”. Arcangela Cammalleri
  3. made_by ( 18 January 2009 )

    5 / 5

    Un ottimo libro. Intenso, semplice ma vero, Racconta la vita con le parole dei sogni, del dolore, dell'incomunicabilità, della rassegnazione, dell'amore.Lo ho letto in vacanza, è stato davvero un grande compagno di viaggio. Grazie

Add your comment

Add a review - Highlight this book to a friend

Please login or register to send your review

Top page
More title of this author More books from the same department

Buying in deastore.com
is safe!